Gli ADAS ( Advanced Driver Assistance Systems ) sono sistemi di assistenza che si pongono l’obiettivo di facilitare e rendere molto più sicura la guida del conducente. 

Essi sono collegati ad un sistema centralizzato, che assiste direttamente l’autista nella sua guida e compiono movimenti automatizzati, ad esempio in riferimento alla frenata assistita o all’adeguamento della velocità a seconda del tratto stradale.

Questa finissima tecnologia è pensata per proteggere non solo conducente e passeggeri, ma soprattutto la controparte “ debole “, ossia i pedoni e ciclisti, sempre più esposti a pericoli di incidenti stradali. 

 

CHE COSA SONO GLI ADAS E COME FUNZIONANO? 

Si tratta di strumenti di prevenzione, che si innescano ex ante, distinguendosi da altri meccanismi di protezione, si pensi agli airbag, che si attivano al momento dell’incidente.

Nonostante siano molte le automobili così raffinate, ce ne sono ancora tante che non sono al passo coi tempi, promuovendo così il rischio di creare situazioni fatali. 

Secondo una statistica, il 95% dei sinistri è provocato da:

  • errori umani;
  • distrazioni o sbadataggini durante momenti in cui la nostra mente dovrebbe essere focalizzata su un’unica attività. 

Ed ecco qui che interviene la novità del settore: gli ADAS obbligatori. 

 

CHE COSA PREVEDE LA NUOVA LEGISLAZIONE? 

L’accordo siglato a Bruxelles prevede che dal 6 luglio 2022 tutte le automobili, omologate a partire da questa data, dovranno essere dotate di sistemi di assistenza e di ausilio alla guida.

Si presume che, per tutti i veicoli omologati prima del 2022, l’obbligatorietà scatterà a partire dal 2024.

Questa decisione dovrebbe prevenire circa 25.000 morti tra il 2022 e il 2038.

La normativa si rivolge a:

  • Vetture per il trasporto di persone e autobus;
  • Veicoli di categoria N, ossia trasporto merci;
  • Veicoli di categoria O, ossia rimorchi e semirimorchi.

 

DOVREMO PAGARE DI PIÙ PER AVERE UNA MACCHINA FULL OPTIONAL?

Per tutti coloro che si staranno chiedendo se ciò comporterà degli esborsi di spesa maggiori, l’UE ha già dato una risposta: verrà stanziato un fondo di 450 milioni di euro per gli Stati membri.

Verrà riconosciuto come obbligatorio anche l’alcolock: un sistema che misura direttamente il tasso alcolemico del conducente, non permettendo l’avvio dell’automobile in caso di superamento del limite massimo. 

Articoli Correlati

Noleggio veicoli commerciali come funziona

Noleggio veicoli commerciali come funziona

Il noleggio veicoli commerciali è l’alternativa più valida che va a sostituire l’acquisto vero e proprio del mezzo. Un modo per abbattere i costi di investimento, per avere un servizio comprensivo di tutto quello concerne il mezzo e per poter accedere a servizi di detrazioni fiscali.

leggi tutto
Spedire auto come fare e quanto costa

Spedire auto come fare e quanto costa

Sono molti i casi in cui ci si può servire di un trasporto auto, a partire dal mercato dell’usato, ma anche per quanto riguarda la spedizione di auto immatricolate in un determinato luogo, ma poi ricollocate altrove. Esistono diverse possibilità per spedire un’automobile, e dipendono dalla tipologia della vettura, dal costo che si vuole affrontare e dalle tempistiche a disposizione.

leggi tutto
Lavaggio auto fai da te: 5 errori da non fare

Lavaggio auto fai da te: 5 errori da non fare

Il lavaggio della propria automobile è per alcuni un modo per prendersene cura, mentre per altri solo un’operazione di manutenzione ordinaria. Esistono però degli accorgimenti per evitare che si rechino danni alla vettura e per garantirne il corretto mantenimento. Soprattutto affidandosi alle proprie mani, è bene attenersi a semplici regole per evitare i 5 errori da non fare al lavaggio auto fai da te.

leggi tutto

Seguici sui social

Goinrent
Invia via WhatsApp